Basi della skincare Anti-aging

0
217
fasi pulizia pelle

Perché la pelle invecchia?
L’invecchiamento cutaneo è un processo che coinvolge tutti ed ha inizio quando la cute, dopo aver raggiunto la piena maturità morfologica e funzionale, inizia a dare segni più o meno evidenti di decadimento ed involuzione.
Distinguiamo un invecchiamento biologico intrinseco o Crono-aging ed un invecchiamento estrinseco, cioè fotoindotto o Photo-aging.

Il Crono-aging consiste in un processo di involuzione che le differenti strutture che compongono l’anatomia della cute subiscono nel corso del tempo:

– riduzione in spessore dell’epidermide e diminuzione della sua componente lipidica (disidratazione ed alterazione di barriera),
– riduzione quantitativa e qualitativa delle fibre collagene, elastiche e reticolari, perdita di acido ialuronico, mucopolisaccaridi ed altri componenti del derma.
– alterazione della vascolarizzazione del derma (lo strato profondo delle pelle).

Il Photo-aging, invece, è determinato da fattori esterni e soprattutto dai raggi solari, questi ultimi giunti a contatto con la superficie della pelle, sono in grado di portare alla formazione di radicali liberi.
Essi sono gli intermediari di molti dei problemi che si riscontrano in una pelle invecchiata. In particolare:

– rendono l’epidermide “atrofica” cioè più sottile;
– portano ad un ispessimento dello strato corneo (che provoca ruvidezza ed aridità della cute);
– disgregano le fibre elastiche del derma causando un fenomeno chiamato “elastosi solare”, cioè una particolare e marcata degenerazione dell’elasticità che si verifica solo nelle zone foto-esposte (viso, décolleté, mani, braccia);
– alterano le fibre collagene e la loro architettura tridimensionale;
– danneggiano i vasi del derma, producendo una conseguente scarsa irrorazione (diminuisce in tal modo l’apporto nutritivo e viene favorita la formazione di capillari dilatati);
– alterano le cellule che producono melanina, il pigmento scuro della pelle, che si accumula portando alla formazione di lentigo (macchie) solari o senili.

Al fine di combattere i segni dell’invecchiamento c’è bisogno di un adeguata, specifica e quotidiana skincare routine che utilizzi prodotti in grado di contrastare sia l’invecchiamento estrinseco (Photo-aging) che quello intrinseco (Crono-aging) e che si caratterizza di 4 momenti principali :
1. Detersione
2. Correzione
3. Idratazione (mettere immagine piramide skincare)
4. Protezione

detersione
detersione
Ha lo scopo di eliminare dalla superficie cutanea qualsiasi tipo di residuo (sudore, cellule cornee, trucco, polveri, ecc) che possa fungere da occlusivo per la pelle ed ostacolare la penetrazione degli attivi contenuti nei prodotti anti-aging che verranno applicati negli steps successivi della skincare routine.
La detersione deve essere accurata, mai aggressiva per lo strato corneo dell’epidermide e con prodotti specifici in base al tipo di pelle di ciascun individuo:
– pelli sensibili necessitano di detergenti estremamente dolci, che non producano ulteriore irritazione su una cute già molto delicata.
– pelli a tendenza seborroica possono impiegare detergenti più aggressivi, a base di acidi (in genere acido glicolico) a basse concentrazioni, al fine di ottenere un efficace rimozione del sebo in eccesso.

correggere la pelle
correzione
Ha lo scopo di contrastare i meccanismi che portano all’invecchiamento cutaneo ed allo stesso tempo combatterne gli effetti visibili sulla pelle: macchie, capillari, rughe, perdita di luminosità, pori dilatati, ecc.
Si basa sull’impiego di prodotti specifici contenenti attivi la cui azione è scientificamente ampiamente dimostrata.
Tra questi i principali sono:
– Retinolo, (derivato dalla Vitamina A).
– Antiossidanti come la Vitamina C, Vitamina E, coenzima Q-10,
– alcuni idrossi-acidi come l’acido glicolico
– prodotti contenenti fattori di crescita o polipeptidi.
Il Retinolo ( derivato della vitamina A ) è uno dei prodotti anti-aging più efficaci nel contrastare i segni sia del chrono che del photo-aging.
Una routine anti-aging dovrebbe sempre prevedere l’impiego di un siero o di una crema contenente retinolo.
Su pelli particolarmente sensibili può dare irritazione e pertanto ne è consigliato l’uso a giorni alterni o 2 applicazioni a settimana.
Va applicato solo la sera perché la luce lo rende inattivo.
Gli antiossidanti, ed in particolare la Vit C ed E, sono molecole in grado di ridurre o bloccare l’azione dannosa esercitata sulla nostra pelle dai radicali liberi.
Cosa sono i radicali liberi?
Si formano per azione diretta dei raggi ultravioletti del sole sulle cellule che compongono la pelle.
Sono in grado di provocare danno cellulare (stress ossidativo) ed infiammazione che esita infine in un processo di invecchiamento cutaneo.
Qualsiasi sostanza in grado di bloccarne l’azione prende il nome di anti-ossidante.
Il loro impiego non da irritazione e pertanto possono essere impiegati su ogni tipo di pelle.
Sono disponibili in creme o sieri.

Gli Idrossiacidi, come l’acido glicolico o l’acido salicilico, hanno la funzione di provocare una delicata esfoliazione degli strati più superficiali della pelle, contribuendo a mantenerla luminosa e tonica.
Hanno anche la funzione di ridurre la presenza di melanina in eccesso (macchie cutanee), ridurre i punti neri ed i pori dilatati, stimolare la produzione di collagene ed acido ialuronico da parte dei fibroblasti.
In quanto acidi possono provocare irritazione della cute e pertanto non idonei a pelli sensibili o affette da couperose.

I Fattori di Crescita
Sono sostanze in grado di stimolare l’azione dei fibroblasti, le cellule responsabili della produzione di collagene, fibre elastiche, acido ialuronico.
L’abbondanza di queste molecole è tipica delle pelli giovani, mentre la loro concentrazione diminuisce drasticamente con l’avanzare degli anni.
La loro presenza dona turgore, elasticità, volume e luminosità della pelle.
La teoria è che addizionando fattori di crescita si riesca a stimolare i fibroblasti a produrre nuovo collagene, nuove fibre elastiche ed acido ialuronico anche in pelli non più giovani.
Sono disponibili in sieri e lozioni.
Il loro impiego non da irritazione.
Possono essere considerati come trattamenti di secondo livello (anche in considerazione del loro costo) rispetto a prodotti contenenti antiossidanti (Vit C, E, coenzima Q-10) ed idrossiacidi che invece vanno necessariamente impiegati in una skincare routine che voglia risultare efficace.

idratare la pelle
idratazione
La pelle necessita continuamente di mantenere un certo grado di idratazione al fine di conservare un buon tono e turgore cutaneo e prevenire la comparsa di rughe.
L’ idratazione si basa sull’impiego di prodotti specifici contenenti attivi la cui azione è quella di ripristinare il film cutaneo idro-lipidico di superficie.
Alcune di queste sostanze sono l’acido ialuronico, ceramidi, squalene, glicerina, olii di origine naturale più o meno pesanti, ecc.
Importante è scegliere prodotti che si addicano al tipo di pelle da trattare:
– per pelli normali è indicato un idratante in lozione o crema leggera
– per pelli miste-grasse è indicato un idratante in gel, da non applicare a livello della T-zone.
– per pelli secche è indicata una crema più ricca (maggior componente in olii pesanti) che può essere applicata anche più volte durante la giornata.
E’ altresì fondamentale utilizzare un prodotto idratante (crema-gel-siero) nell’area perioculare ed al collo, zone per definizione meno ricche in ghiandole sebacee e per questo più soggette a disidratazione ed invecchiamento precoce.

proteggere la pelle
protezione
Proteggiti quotidianamente dai raggi solari e conserverai una pelle sana e giovane per gli anni a venire!!!!
L’esposizione al sole è la principale causa di invecchiamento della pelle e della formazione di rughe, macchie e capillari.
La maggior parte del danno strutturale e fisiologico che porta all’invecchiamento della pelle inizia con l’esposizione ai raggi UV.
Essi sono, inoltre, responsabili del danno strutturale al Dna delle cellule della pelle, con possibile comparsa di tumori cutanei.
Bisogna, pertanto, proteggere la pelle 365 giorni all’anno dai raggi UV, utilizzando protezioni con un SPF 30 o superiore, preferibilmente coadiuvato dalla presenza di ossido di zinco o titanio che assicurano una maggiore protezione contro i raggi UVA.
Ancora una volta bisogna scegliere prodotti che si addicano a ciascun tipo di pelle:
– Per pelli normali è indicata un filtro solare in crema dalla texture leggera.
– Per pelli miste-grasse è indicata un filtro solare in gel, polvere o lozione molto leggera.
– Per pelli secche è invece da preferire una protezione solare in crema più ricca.

Inoltre tutti i filtri solari che siano creme o lozioni hanno al proprio interno una base idratante, percui persone con pelli normali o grasse non hanno bisogno di una crema idratante extra oltre alla crema solare.

Anti-aging e miti da sfatare

Soltanto le categorie di prodotti elencativi finora, supportati da importanti studi scientifici, si sono dimostrati efficaci nell’azione di prevenire e trattare i danni del Crono e Photo Aging.
Detergenti, Idratanti, Filtri solari, Cosmetici riparatori o anti-aging (in particolare Retinolo, Antiossidanti come Vitamina C, E, idrossiacidi e fattori di crescita) sono le uniche sostanze con un’azione comprovata scientificamente nel combattere i segni dell’invecchiamento.
Tutte le altre sostanze presenti sul mercato rappresentano sostanzialmente iniziative di natura prettamente commerciale.
E’ importante, tuttavia, capire come l’ottenimento di risultati prescinde dalla messa in atto di tutti i passaggi della skincare routine finora elencati, e che certamente non potrai ottenere risultati soddisfacenti se non nell’arco di mesi o anni di assiduo trattamento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui