La sindrome dell’ovaio policistico

1
578
Sindrome Ovaio Policistico

La Sindrome dell’ovaio policistico (sigla PCOS derivante dall’inglese Poly-Cystic Ovary Syndrome) è un disordine ormonale molto comune che colpisce le donne e le ragazze in età fertile.

Le cause della sindrome dell’ovaio policistico non sono ben conosciute, tuttavia sembra che alcune donne siano meno sensibili all’azione dell’insulina rispetto a donne non affette da tale sindrome. Questa condizione è stata definita insulino-resistenza. L’iperinsulinismo fa produrre da parte dell’ovaio una maggiore quantità di androgeni, ormoni normalmente presenti solo nel maschio, con la comparsa di classiche manifestazioni cliniche associate ad un eccesso di tali ormoni.

Le ricerche hanno dimostrato che molte caratteristiche e alcuni sintomi della PCOS sono già presenti prima che un’adolescente abbia il menarca (la prima mestruazione) e che l’impatto della PCOS trascende l’infertilità.

Si stima che tra il 5% e il 10% delle giovani donne nel mondo abbia la malattia, la maggior parte di loro senza saperlo. La principale preoccupazione dei medici è nelle conseguenze che questa malattia può avere sui corpi dei pazienti.

I sintomi che identificano la Sindrome dell’Ovaio Policicistico

In molti casi, ci sono pochissimi sintomi significativi in ​​grado di rilevare l’insorgenza della sindrome dell’ovaio policistico. E’ consigliabile rivolgersi al medico se si soffre di frequenti irregolarità durante i periodi mestruali o fuoriuscita di sangue.

Di seguito alcuni degli altri sintomi che possono manifestarsi gradualmente:

  • Irregolarità del ciclo
  • Ipertricosi o irsutismo (aumento dei peli)
  • Acne e macchie scure sulla pelle (melasma)
  • Alopecia Androgenetica (caduta dei capelli)

Ipertricosi ed Irsutismo

Sono i sintomi più frequenti della sindrome dell’ovaio policistico che inducono le pazienti a rivolgersi al medico. Si definisce ipertricosi l’eccessiva crescita di peli in aree normalmente coperte da peluria. Con irsutismo invece si identifica una condizione caratterizzata dalla comparsa di peli in aree normalmente glabre, come ad esempio il volto.

Acne e Melasma

L’acne è una patologia molto comune che interessa il 70-80% degli adolescenti. Si manifesta tipicamente in aree con maggior presenza di ghiandole sebacee come il volto, il dorso ed il torace. Nell’insorgenza dell’acne gli ormoni androgeni giocano sicuramente un ruolo importante.

Nelle donne affette da sindrome dell’ovaio policistico, a seguito dell’abnorme produzione di androgeni, l’acne tende a cronicizzarsi ed a durare per anni, ben oltre l’età adolescenziale.

Le macchie scure (Melasma), compaiono sulla pelle delle aree fotoesposte. Hanno un carattere recidivante e tendono a diventare più evidenti in seguito all’esposizione solare.

Trattamento acne e irsutismo 

Un valido supporto per trattare rispettivamente l’eccesso di peli e la presenza di acne sono le Sorgenti Laser come l’Alessandrite o il ND:Yag 1064 nm e luci Blu a Led.

Alopecia Androgenetica

L’eccesso di ormoni maschili nelle donne affette da sindrome dell’ovaio policistico causa una caratteristica caduta dei capelli, simile a quella che colpisce i maschi, con un interessamento prevalente dell’area del vertice del cuoio capelluto.

La diagnosi

Fondamentale la visita medica con una corretta anamnesi. Possono essere di aiuto prelievi ematici seriati, volti ad accertare l’abnorme presenza di androgeni in circolo ed un’ecografia ovarica che evidenzi a carico di entrambe le ovaie il classico quadro di tanti piccoli follicoli disposti a corona di rosario.

La Terapia

Si basa sull’impiego di farmaci specifici volti a ridurre la presenza di androgeni in circolo, regolarizzare il ciclo mestruale e ridurre l’insulino-resistenza. La terapia della sindrome dell’ovaio policistico varia a seconda del quadro clinico della paziente e del suo desiderio di maternità.

E’ fondamentale un corretto regime alimentare che deve comprendere una dieta a basso indice glicemico e che deve essere accompagnata da una attività fisica regolare anche se non necessariamente intensa.

 

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui