Rimozione laser dei Tatuaggi

0
622

Quale tipo di laser viene utilizzato per la rimozione dei tatuaggi?

I laser q-switched o i recentissimi laser a picosecondi (Pico-laser) sono le uniche sorgenti che devono essere impiegate per la rimozione laser dei tatuaggi.
Qualunque altra sorgente laser venga impiegata (laser Co2 o Erbium, ecc.) ne è fatto uso improprio e con notevole rischio di esiti cicatriziali per il paziente.

 

rimozione laser di tatuaggio cicatrice
Trattamento di rimozione di tatuaggio eseguito con laser non idoneo (Co2). Evidente esito cicatriziale residuo

Come agisce il laser q-switched?

I laser Q-switched (che emettono l’energia in milionesime parti del secondo) o i laser a Picosecondi (che emettono l’energia in miliardesime parti del secondo):

• sono in grado di frammentare i granuli di pigmento che costituiscono i tatuaggi.

I frammenti di colore, resi a questo punto più piccoli dall’azione del laser, possono quindi essere eliminati dal sistema immunitario del paziente.

Il tempo necessario affinché le cellule del sistema immunitario possano eliminare il pigmento richiede tempistiche relativamente lunghe, ed ecco il motivo percui la rimozione laser dei tatuaggi, (specialmente per quelli multistrato e multicolor) può richiedere avvolte anche qualche anno con sedute intervallate da diversi mesi e con periodi obbligati di sospensione tra i trattamenti (estate a causa dell’abbronzatura).

 

Quali tipi di tatuaggi possono essere rimossi?

• Professionali
• Amatoriali
• Cosmetici
• Da radioterapia (pazienti trattati per tumori)
• Traumatici (asfalto o polveri sottopelle)

rimozione laser dei tatuaggi, laser q-switched
Tatuaggio professionale. Prima e dopo 4 sedute con laser q-switched

 

Il tatuaggio scomparirà del tutto?

La rimozione risulta più veloce e sempre totale per i tatuaggi amatoriali: costituiti da pigmento nero o blu, poco denso e deposto più in superficie nella cute rispetto ai tatuaggi professionali.

I tatuaggi professionali sono costituiti da accumuli di pigmento estremamente denso e spesso posizionato in profondità nella cute, composti da più colori, la loro rimozione può risultare lunga, difficoltosa ed in alcuni casi incompleta.

Sarà solo il medico specialista dopo la visita preliminare a poter fare una previsione sulla possibile rimozione totale o meno del tuto tattoo !!!

Per i tatuaggi cosmetici, la loro rimozione risulta in genere agevole, rapida e senza esiti cicatriziali quando eseguita da personale medico esperto e formato, con apparecchiature idonee.

Anche la rimozione di tatuaggi traumatici o da radioterapia risulta, nella maggioranza dei casi, veloce e con ottimi esiti estetici.

rimozione laser dei tatuaggi, laser q-switched
Tatuaggio professionale. Prima e dopo 5 sedute con laser q-switched
rimozione laser di tatuaggio cosmetico delle sopracciglia
Tatuaggio cosmetico delle sopracciglia. Prima e dopo 3 sedute con laser q-switched

Posso rimuovere solo alcune parti del tatuaggio?

Certamente.

Il raggio laser è così preciso che permette di trattare alcune aree e risparmiarne altre.
Sarai tu, in corso di visita preliminare, ad indicare al medico quale parte del tattoo vuoi che venga rimossa.

Alcuni colori sono più facili da rimuovere rispetto ad altri?

Sì, alcuni colori rispondono meglio e più rapidamente all’eliminazione.

Ad esempio, nero, rosso, arancione scuro e blu scuro sono più facili e veloci da rimuovere.

Verde scuro, viola, marrone, arancione chiaro e azzurro potrebbero richiedere più trattamenti.

Bianco, giallo, e verde chiaro possono, in alcuni casi, essere rimossi in modo incompleto.

 

Quanti trattamenti sono necessari?

E’ possibile stimare il numero di sedute avvalendosi di apposite scale di valutazione, che prendono in considerazione parametri quali:

• fototipo del paziente,
• sede anatomica del tatuaggio,
• tipologia e quantità di inchiostro impiegato,
• presenza di cicatrici nell’area cutanea sede di tatuaggio,
• da quante volte il tatuaggio è stato eventualmente “ribattuto”.

rimozione laser dei tatuaggi , valutazione del numero di sedute necessarie
Scala Kirby-Desay per la valutazione del numero di sedute necessarie

Qual è l’intervallo di tempo tra una seduta e la successiva?

Il trattamento di rimozione dei tatuaggi comprende sempre un numero variabile di sedute con intervallo compreso fra 60 e 90 giorni.

Questo intervallo tra le sedute è necessario affinché le cellule del sistema immunitario possano eliminare il pigmento frantumato dall’azione del laser.

Questo è il motivo percui la rimozione laser dei tatuaggi (specialmente per quelli multistrato e multicolor) può richiedere avvolte anche qualche anno con sedute intervallate da diversi mesi.

 

Rimarranno cicatrici?

La rimozione laser dei tatuaggi quando opportunamente eseguita (laser specifici e personale medico qualificato), normalmente NON da esito alla formazione di cicatrici.

Tuttavia ciò dipende anche da una predisposizione personale del paziente alla guarigione (alcuni individui hanno la tendenza ad una guarigione non ottimale) e dalla corretta osservazione dei consigli post trattamento forniti dal medico.

 

Il trattamento di rimozione laser dei tatuaggi è doloroso?

Il trattamento di rimozione laser dei tatuaggi non è doloroso: di norma è sufficiente il solo utilizzo di aria forzata esterna al fine di aumentare il confort del paziente e ridurre la temperatura cutanea nelle aree oggetto di trattamento.

Per aree particolareggiate, come ad esempio il volto o in pazienti con bassa soglia del dolore, può essere applicato anestetico in crema 60 minuti prima della procedura.

 

Ci sono norme da seguire prima della seduta laser?

  • Obbligatorio trattamento topico, nei 30 gg che precedono la seduta laser, con schermo solare completo, evitare di esporre al sole l’area da trattare.
  • È necessario presentarsi alla seduta con pelle (nell’area da trattare) non abbronzata (in caso contrario posticipare e continuare trattamento topico), non truccata, detersa ed asciutta.
  • In caso di trattamento al volto ed in pazienti con storia di Herpes simplex, eseguire profilassi antivirale a partire da 2 giorni prima della procedura
  • Rimuovere con delicatezza eventuali peli presenti.

 

Come apparirà la mia pelle dopo il trattamento?

Dopo il trattamento possono verificarsi:

Eritema (rossore) e
• modico Edema (gonfiore),
tuttavia la loro durata è comunque breve e risente positivamente del raffreddamento e del possibile uso di creme lenitive.

• Aree di microsanguinamento (possibili e di breve durata).
• La formazione di piccole croste (durano 7-10 gg).

La secchezza cutanea e l’aspetto squamoso possono durare alcune settimane.

rimozione tatuaggio con laser q-switched
Aspetto della pelle dopo trattamento con laser q-switched

 

 

Quali sono le possibili complicanze della rimozione laser dei tatuaggi?

Quando eseguito da personale medico esperto e con apparecchiature idonee, la rimozione laser dei tatuaggi è correlata ad un basso rischio di complicanze.

Eventi avversi che possono verificarsi sono:
• aree di iperpigmentazione
in genere transitorie e con risoluzione spontanea o mediante prodotti schiarenti.

• aree di ipopigmentazione “confetti like”,
soprattutto quando i parametri di trattamento impiegati non sono stati congrui o quando non si è provveduto ad attuare un rapido raffreddamento con impacchi e creme lenitive dell’area trattata.

ipopigmentazione dopo laser q-switched per rimozione tatuaggio
Aree di ipopigmentazione dopo rimozione laser di tatuaggio NON correttamente eseguita

Più raramente
aree di cicatrizzazione atrofica, ipertrofica o cheloidea
in seguito a processi infettivi occorsi nell’area trattata, o quando i parametri di trattamento o la lunghezza d’onda impiegata non sono stati scelti in maniera giusta.

 

Ci sono controindicazioni al trattamento?

Il trattamento di rimozione laser dei tatuaggi è controindicato in caso di:

• Pazienti con cute abbronzata.
• Storia di cicatrici cheloidee.
• Evidenza o anamnesi positiva per patologie fotosensibili (es Lupus o porfiria cutanea),
• Infezioni cutanee attive nella zone da trattare.
• Uso di retinoidi orali entro 6-10 mesi prima della procedura.
• Immunosoppressione.
• Stato di gravidanza accertato o presunto.

Per avere ulteriori informazioni sulla rimozione laser dei tatuaggi clicca qui

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui