Terapia Biofotonica per il ringiovanimento del volto

1
630

Cos’è la Terapia Biofotonica?

La Terapia Biofotonica si basa su una nuova modalità di azione dermatologica che crea una luce dinamica, pulsante e fluorescente in grado di stimolare la cute a livello cellulare.

Ispirata alla fotosintesi, la terapia biofotonica sfrutta il potere della luce per indurre una fotobiostimolazione e quindi per stimolare i meccanismi endogeni di riparazione cellulare.

Numerose evidenze scientifiche documentano come l’interazione luce-tessuti possa avere effetti anti-infiammatori, diminuire infiammazione ed eritema post intervento, indurre la corretta crescita cellulare nella riparazione delle ferite, effetti di foto-ringiovanimento, prevenzione e cura della cicatrice in genere, disinfezione delle ferite.

terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto
Trattamento di Terapia Biofotonica

Per quali patologie viene utilizzata la Terapia Biofotonica?

La indicazioni principali al suo utilizzo sono:

1. Trattamento dell’acne moderata-severa
2. Ringiovanimento del volto

Tuttavia nuove patologie nelle quali sembra, da studi preliminari, possa apportare notevoli benefici sono l’acne rosacea e la dermatite seborroica.

Come funziona il Trattamento?

Il sistema biofotonico è composto da una lampada multi-LED progettata con specifiche impostazioni di lunghezza d’onda pre-programmate ed un gel fotoconvertitore (che viene applicato sulla cute del paziente).

I cromofori contenuti nel gel convertono le onde luminose emesse dalla lampada LED in energia dinamica, pulsante e fluorescente che stimola i meccanismi riparatori della cute.

terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto
Aspetto fluorescente del gel dopo irraggiamento con lampada a Led. Terapia Biofotonica per il ringiovanimento del volto

Terapia Biofotonica per il ringiovanimento del volto

La terapia biofotonica può essere vista come una nuova arma nel trattamento dell’ antiaging da affiancare all’utilizzo di altre metodiche (filler, tossina botulinica, PRP, trattamenti laser ablativi o non ablativi, luce pulsata IPL, ecc).

La terapia biofotonica può, tuttavia, essere vista anche come unica chance di trattamento dell’aging in coloro che per svariati motivi non possono o non vogliono sottoporsi a trattamenti maggiormente invasivi

Questa metodica, infatti, è del tutto indolore (anzi l’irraggiamento della lampada genera un piacevole effetto di lieve calore sul volto) e totalmente priva di effetti collaterali.

Gli effetti della luce fluorescente sul derma profondo si traducono in un aumento del collagene del 400% (grazie all’attivazione dei fibroblasti e ad un aumento dell’angiogeniesi) con:

  • riduzione delle piccole rughe, dei solchi, del calibro dei pori, delle cicatrici
  • miglioramento della texture, compattezza e luminosità cutanea.

E’ fondamentale chiarire come questa terapia non possa essere l’unico trattamento in quelle pazienti che hanno grosse aspettative di miglioramento: in questo caso è necessario integrare tale terapia con altri trattamenti maggiormente invasivi quali trattamenti infiltrativi (filler, botox, lipofilling) o laser.

Il numero di sedute e la distanza tra di esse

La Terapia Biofotonica per il ringiovanimento del volto prevede:

  • 1 seduta a settimanali, per 4 settimane

Con risultati evidenti da subito, che migliorano nei mesi successivi e che si mantengono stabili fino a 6 mesi dalla fine del trattamento.

Questi tempi sono necessari per innescare quei lenti meccanismi di stimolazione dei fibroblasti e produzione di nuove fibre collagene che seguono al trattamento, con il risultato finale di miglioramento dei difetti cutanei trattati.

La seduta di Terapia Biofotonica per il ringiovanimento del volto

Si eseguono fotografie pretrattamento standardizzate ed una eventuale valutazione iniziale con apparecchiature multispettrale 3 3D

La zona da trattare viene pulita con detergente delicato e lasciata asciugare.

Durante il trattamento è obbligatorio l’uso delle protezioni oculari per il paziente, per il medico e per il personale di supporto.

Step 1: si applica su tutto il volto uno strato spesso (almeno 2 millimetri) ed uniforme di gel fotoconvertitore insistendo maggiormente sulle aree più bisognose e compromesse.

Step 2 :si posizione la specifica lampada a Led ad una distanza di 5 cm dal volto del paziente e si attiva il trattamento che dura 9 minuti.

A trattamento ultimato si rimuove il gel, si idrata la cute, il paziente può truccarsi subito e tornare immediatamente alla sua attività lavorativo-sociale.

terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto
Step 1 : applicazione del gel fotoconvertitore al volto della paziente

terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto
Step 2: esposizione alla lampada a Led per 9 minuti

Il trattamento è doloroso?

La seduta di Terapia Biofotonica  non è dolorosa, anzi, i pazienti riferiscono una piacevole sensazione di lieve calore sulla pelle.

Non è necessaria alcuna anestesia.

L’integrità della cute non viene compromessa, percui subito dopo il trattamento è possibile l’immediato ritorno alle proprie attività.

Preparazione alla seduta di terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto

In genere non vi sono particolari accorgimenti da osservare prima di sottoporsi ad una seduta di terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto.

La metodica può essere effettuata tutto l’anno, a qualsiasi età, in tutti i fototipi, anche su pelle abbronzata o se si hanno programmi di vacanze al sole nell’immediato post operatorio.

Non ci sono controindicazioni di nessun tipo.

Norme da seguire dopo la seduta

• Utilizzare spesso nelle successive ore una crema idratante e lenitiva consigliata dal medico.
• Il filtro solare ad ampio spettro di protezione deve essere applicato prima e durante l’esposizione alla luce.
• Può essere utilizzato make-up sin da subito.

Eventi avversi attesi

Dopo la seduta di terapia biofotonica è normale un lieve rossore (eritema) ed una leggera sensazione di calore sulle aree trattate.

La loro durate è comunque breve (qualche ora) e risente positivamente dell’utilizzo di prodotti lenitivi ed idratanti.

In alcuni pazienti il trattamento può provocare una leggera “abbronzatura” o un accentuazione di macchie o lentigini delle aree trattate (effetto bronze).

Possibili Complicanze

Il trattamento è scevro da particolari complicanze.

Controindicazioni al trattamento

Pazienti affetti da patologie foto-sensibili (Lupus, Porfiria, Orticaria foto-indotta, ecc).
Pazienti in trattamento con farmaci foto-sensibili (Sali d’oro, tetracicline, ecc).

TIPO DI INTERVENTO:

trattamento con luce Led + gel fotoconduttore

CONSENSO INFORMATO DA FIRMARE:

 SI

TECNOLOGIE UTILIZZATE:

Lampada Multi-Led + gel fotoconvertitore per applicazione topica

DURATA DI OGNI SEDUTA:

9 minuti

NUMERO DI SEDUTE:

terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto:

Il protocollo internazionale prevede un ciclo di 1 seduta settimanale  per 4 settimane di terapia.

DISTANZA TRA LE SEDUTE:

1 seduta settimanale per 4 settimane di trattamento.

Possono essere previste delle sedute di mantenimento nei mesi successivi

FORME DI ANESTESIA:

nessuna/utilizzo di aria forzata esterna

EFFETTI COLLATERALI (ANCHE TEMPORANEI):

lieve rossore (eritema), leggera sensazione di calore sulle aree trattate

Comunque della durata di qualche ora.

In alcuni pazienti il trattamento può provocare una leggera “abbronzatura” o un accentuazione di macchie o lentigini delle aree trattate (effetto bronze).

PRECAUZIONI DA SEGUIRE PRIMA DEI TRATTAMENTI:

Non vi sono particolari accorgimenti da seguire prima del trattamento di terapia biofotonica per il ringiovanimento del volto.

Può essere effettuato in qualunque periodo dell’anno sia su pelle chiara che abbronzata.

PRECAUZIONI DA SEGUIRE DOPO I TRATTAMENTI:

Utilizzare prodotti lenitivi ed idratanti per applicazione locale.

Rispettare la tempistica del protocollo di trattamento per le sedute successive.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui